Set 30, 2007
320 Views
0 0

Radiofreccia

Written by

Radiofreccia è il primo film diretto da Luciano Ligabue, girato nel 1998 e prodotto da Domenico Procacci.

L’opera, ispirata ad alcuni racconti del primo libro pubblicato da Ligabue (la raccolta Fuori e dentro il Borgo), ottiene un successo inaspettato: il film, infatti, riceve ben tre David di Donatello, due Nastri d’argento e tre Ciak d’oro.

Trama

La storia si svolge nel 1975 in una a piccola città del reggiano mai esplicitamente nominata, anche se alcuni elementi visivi la identificano con il borgo di Ligabue, Correggio. Bruno, ragazzo affascinato dalla musica, fonda Radio Raptus – una radio libera. Favorito dalla libertà delle frequenze in FM, aiutato dai suoi amici Jena, Tito, Boris e sopratutto Freccia, vedrà crescere sempre di più il suo progetto, che però perderà la sua connotazione di libertà per diventare sempre più una realtà commerciale. La vita dei suoi amici – tra scherzi, scampagnate, serate al bar e vicissitudini familiari – non sarà semplice. Tito tenterà di uccidere il padre che abusava della sorella, mentre Jena sposerà una donna che lo tradirà con Boris il giorno stesso delle nozze, durante il ricevimento.

La sorte peggiore toccherà però a Freccia, che cadrà nella tossicodipendenza a causa della sua relazione con una ragazza eroinomane. La sua dipendenza gli farà perdere il lavoro e gli procurerà diverse frizioni con i suoi amici – sopratutto con Bruno – e gli causerà molti guai con la giustizia. L’amore di Marzia lo farà riprendere, ma la delusione d’amore con Cristina lo farà ripiombare fatalmente nella droga. Dopo la sua morte, Radio Raptus verrà ribattezzata Radiofreccia e verrà chiusa da Bruno nel 1993, giusto un minuto prima che compia diciotto anni.

Curiosità

Malgrado la storia narrata nel film si svolga quasi esclusivamente a Correggio, le carrellate sulla cittadina che si possono vedere nei titoli di testa sono state girate in un’altra località della provincia reggiana, ovvero Gualtieri. Altre location riconoscibili sono il ponte di barche di Torre d’Oglio e il ponte ferroviario sul torrente Crostolo, fra Guastalla e Gualtieri.

Luciano Ligabue compare in questo film per una brevissima scena, quella in cui i ragazzi vanno a spiare uno studio radiofonico per comprendere cosa puo’ servire loro per allestire una stazione radio analoga. Il regista ricopre il ruolo di speaker radiofonico.

Fonte: wikipedia

Article Categories:
Regista e sceneggiatore

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *