Nov 24, 2013
267 Views
0 0

Ligabue deluso dal Pd

Written by

Dopo Guccini e De Gregori, anche Ligabue dice la sua nei confronti del Pd ed esprime tutta la sua delusione. Il Pd sta perdendo tutti i suoi artisti di strada e Liga non sa se il Movimento 5Stelle sia da votare ma di sicuro afferma che lui non andrà a votare alle primarie della Sinistra, poiché non giudica mai prima di vedere un’opera compiuta. Il rocker getta lo sguardo sulla politica del momento, e dice: “sono parte del club dei delusi del Pd, un club molto nutrito, il partito fatica a rappresentare i valori che ha sempre dichiarato in maniera chiara in passato”. Inoltre aggiunge che solitamente è stato lontano dalla cronaca e dal dare commenti, ma oggi non se ne può più e anche col suo nuovo album ha deciso di dare voce all’indignazione di molti, troppi forse.

Cosa che non fanno i suoi colleghi rapper che spesso si voltano dall’altra parte, nonostante nelle loro canzoni raccontano spesso il Paese. Le sue invece di canzoni sono piene di rabbia per un sistema giudiziario mal organizzato e per “gente” che deve pagare e non paga.

Ligabue ci dice che ha paura che le persone non riescono più a guardare la vita, che qualsiasi emozione sia positiva che negativa gli susciti una reazione momentanea ma che poi li lasci indifferenti a tutto, ha paura soprattutto che la gente ha bisogno di aggrapparsi alla musica come una religione, perché è l’unica forma di speranza che gli resta, e se succedesse così i cantanti avrebbero una grossa responsabilità che non potrebbero gestire facilmente.

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *