Dic 1, 2013
255 Views
0 0

Due copertine dedicate a Luciano

Written by

Subito dopo l’uscita del disco, Luciano si ritrova in prima pagina su due giornali molto noti, il settimanale Vanity Fair dove all’interno troviamo circa otto pagine dedicate a lui, con intervista compresa e il rinomato mensile musicale Rolling Stone, dove anche qui troviamo l’intervista accompagnata da foto e servizi video inediti. In entrambi i servizi Ligabue spiega la sua rabbia e disillusione per tutto quello che sta accadendo e ci sostiene dicendo che comunque ci restano sempre i sogni a cui aggrapparci, come li definisce lui i ‘sogni di rock’n roll.

In Mondovisione il rock è molto più delicato del solito, ci sono più tastiere e meno chitarre, parole che raccontano storie più al plurale che al singolare, storie che di politico hanno ben poco. Il nostro rocker considera la canzone migliore dell’album, “La terra trema, amore mio”, Il terremoto in Emilia del 2012, raccontato in un modo che trasmette emozioni vere. Uno strappo alla regola per Ligabue, che raramente racconta fatti di cronaca nelle sue canzoni. Ma in questo caso il racconto è sentito e il risultato lo dimostra. Dal tempo scandito da una batteria leggera emerge, come dalle macerie, l’amore per una terra che dall’amore sta rinascendo. E la canzone più importante, molto oltre lo stile di Liga, una canzone orecchiabile, canzone quasi da karaoke: “Tu sei lei”, la canzone scritta per la moglie, alla quale voleva dire che è lei la persona che doveva incontrare e con la quale vuole condividere il resto della vita. Insomma un Liga arrabbiato e disilluso ma diverso dal solito,un Liga che vuole crederci ancora e che vuole sognare.

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *